L'OdG parte civile a fianco della cronista di


Il Tribunale di Roma ha accolto la richiesta di costituzione di parte civile del Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti e della Federazione Nazionale della Stampa Italiana nel processo che vede imputato Armando Spada, dell'omonimo clan mafioso di Ostia, e Paolo Papagni, esponente del potente sindacato balneari del litorale romano, accusati di tentata violenza privata e minacce nei confronti della cronista di “Repubblica”, Federica Angeli. 


La giornalista, sotto scorta dal 2013 per le sue inchieste sull'occupazione mafiosa del litorale, era presente in aula, nell’udienza di ieri, con il consigliere nazionale ed ex presidente dell'Odg, Enzo Iacopino e con il presidente della Fnsi Giuseppe Giulietti.


 


Il Consiglio nazionale dell'Ordine accogliendo con soddisfazione la decisione del Tribunale di Roma, ha anche deciso di premiare con una targa di riconoscimento, che verrà consegnata in occasione di una prossima riunione, i colleghi giornalisti che sono costretti ad operare con la protezione continua della scorta di sicurezza.